Lingua

Promovetro

Cerca nel sito

26/02/2007

Parte l’ultimo workshop dell’edizione 2006/7



                   Si è completato lunedì 26 febbraio l’arrivo dei concorrenti del Concorso “The Heart of Venice” con l’ultimo gruppo di artisti, molti dei quali stranieri, tra loro francesi, americani, russi, svedesi, israeliani, indonesiani, e peruviani in rappresentanza delle centinaia di partecipanti che da 41 paesi diversi hanno aderito all'iniziativa. Gli artisti, accolti alla stazione di Santa Lucia sono stati accompagnati da Maurizia Reggio e Carlotta Zancopè, coordinatrici del gruppo, presso quella che sarà la loro casa per i prossimi 5 giorni, il prestigioso e storico Hotel Danieli ( www.luxurycollection.com/danieli ) affacciato sul Canal Grande e a pochi passi da Piazza San Marco, il salotto di Venezia dove da più di mille anni si incontrano le culture di tutto il mondo. Alle porte del 5 stelle più famoso di Venezia i giovani sono stati accolti calorosamente dal Consigliere Andrea Della Valentina e dal Presidente di Promovetro, il Cavaliere Gianfranco Albertini, orientato più che mai verso una politica che vede i giovani artefici di un rinnovamento del mercato del vetro Muranese. Non potevano infine infine mancare le telecamere di Venice Channel ( www.venicechannel.it ) che in partnership con Promovetro sta girando un documentario in alta definizione sulla manifestazione.
Dopo il ceck-in alla concierge dell’Hotel, gli artisti sono stati ospitati da PromoVetro nella nota Ostaria Ai do Forni, l’esclusivo ristorante veneziano, dove davanti ai piatti tipici della cucina veneziana si sono conosciuti e scambiati le prime impressioni. La giornata però, è entrata nel vivo solo dopo l’arrivo a bordo di tre Taxi degli artisti nell’isola di Murano dove, accolti presso la Scuola del Vetro, hanno potuto conoscere i Maestri che svilupperanno le loro opere e definire i dettagli dei progetti. Una giornata davvero ricca, all’insegna della creatività e di un sano spirito, una grande opportunità per questi giovani,sia dal punto di vista della crescita culturale, che della crescita artistica, Murano sta davvero aprendo le sue frontiere.