Lingua

Promovetro

Cerca nel sito

04/12/2012

Il marchio Vetro Artistico® Murano  per le bomboniere di Fondazione Banca degli Occhi

Le nuove bomboniere solidali di Fondazione Banca degli Occhi brillano di una luce speciale, quella che nasce da una materia viva che pulsa a 1.100 gradi centigradi, da cui emergono creazioni fragili e delicate uniche al mondo, create dai mastri vetrai di Murano e destinate a sostenere la ricerca sulle malattie oculari.

Quella delle bomboniere solidali è ormai più che una tendenza: porcellane e argenti stanno sempre più lasciando il campo, nelle ricorrenze familiari, a segni meno dispendiosi ma densi di significato, spesso al prezzo di rinunciare all’oggetto di pregio lasciato in ricordo del matrimonio o del battesimo, a vantaggio di pergamene, doni simbolici o piccoli messaggi. Ma il progetto ideato da Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus e Consorzio Promovetro Murano, unico gestore del Marchio Vetro Artistico® Murano, ha l’obiettivo di mettere insieme qualità e solidarietà, senza dover rinunciare al prodotto artigianale, da donare in ricordo a parenti e amici a sostegno di un fine nobile come il supporto alla ricerca contro le patologie più rare e complesse dell’occhio. Qualità, ma soprattutto un’origine precisa, garantita dal Marchio Vetro Artistico® Murano che certifica la provenienza degli oggetti e rende ancora più unico il ricordo ad esso legato, perché garantisce che un pezzo di storia millenaria entri nelle nostre case.

Provengono infatti proprio dalle fornaci e dai laboratori dell’isola di Murano gli oggetti regalo che quest’anno Fondazione Banca degli Occhi, centro di riferimento regionale per trapianti di cornea e centro di ricerca sulle cellule staminali oculari, propone come segni solidali da consegnare nei momenti della vita più felici: bomboniere per matrimoni, nascite, battesimi e ricorrenze, oltre a gadget natalizi il cui ricavato andrà a sostegno del lavoro dei ricercatori di Fondazione.

«Abbiamo scelto di sposare la missione di Fondazione proponendo alle nostre aziende concessionarie del marchio l’idea di sostenere la ricerca e il lavoro di chi proprio qui nel veneziano, a pochi passi da noi, cerca una soluzione alle più complesse malattie oculari. E già i primi mastri vetrai si sono fatti avanti partecipando con entusiasmo» conferma Luciano Gambaro, Presidente del Consorzio Promovetro Murano, ricordando che il Consorzio è sensibile ad iniziative di tipo solidale, come ad esempio in occasione del recente recupero post-sisma dei lampadari del Comune di Sant’Agostino in Emilia Romagna.

«Che cos’è l’arte del vetro se non gioco di luce, arte delle forme e del colore, materia preziosa per gli occhi? Desideriamo ringraziare il Consorzio Promovetro Murano e le aziende concessionarie del marchio Vetro Artistico® Murano– afferma il Direttore di Fondazione, Diego Ponzin – che nel solco di un’arte millenaria hanno voluto partecipare al sostegno ai nostri progetti di ricerca». Un’arte che oggi può diventare un simbolo e un mezzo di sostegno importante anche per chi non vede che sfuocato, distorto o in bianco e nero, e attende un sostegno concreto per riscoprire la gioia di vedere.

 per maggiori informazioni, visitate il sito http://www.fbov.org/